Comune di
Montefiascone
News
Martedì 08 Settembre 2015
57^ Fiera del Vino di Montefiascone: conclusioni

La Pro Loco di Montefiascone, in qualità di organizzatrice della 57^ Fiera del Vino di Montefiascone (1 - 16 Agosto 2015), come promesso, sabato 5 settembre ha realizzato un incontro per tracciare un bilancio generale di questo importante lavoro e per aprirsi ad un confronto costruttivo con i cittadini, cosa di fondamentale importanza per tutto il percorso futuro.

“Un lavoro andato oltre la più rosea aspettativa”, così il Sindaco Luciano Cimarello ha commentato i 16 giorni di eventi messi in piedi da questa rinnovata Associazione, “un’offerta culturale completa, che ha accontentato le più diverse fasce di età e i più disparati gusti culturali”.

Il primo passo per arrivare ad un risultato così positivo a costi decisamente ridotti è stato senza dubbio il coinvolgimento di tutte le Associazioni del Territorio. “Il contributo di chi ha lavorato alla Fiera del Vino è stato spontaneo, gratuito e pieno di passione. Tutto questo ha permesso all’Amministrazione Comunale di abbattere i costi di organizzazione e soprattutto ha dimostrato che possediamo una grande ricchezza. Se il lavoro di queste persone verrà sempre incoraggiato, Montefiascone ha un grande futuro”.

Questa edizione della Fiera del Vino ha dato conferma di quanto detto negli incontri precedenti: ha rappresentato un nuovo inizio. L’inizio di un confronto aperto e trasparente con la cittadinanza e soprattutto l’inizio di un percorso di unione e collaborazione con tutti, privati ed Associazioni, per la riuscita di un evento che deve continuare a crescere.

“L’organizzazione della Fiera del Vino - continua poi il Presidente Vaniel Maestosi - “non è stata soltanto la progettazione e la stesura del Programma anzi, la vera organizzazione è iniziata dal 1° Agosto in poi, in cui è stato toccato con mano quello che fino al giorno prima era solamente sulla carta ed ogni giorno è stato un continuo prendere appunti di ciò che non andava, per fare qualche aggiustamento in corsa e per non ripetere gli errori in futuro”.

Nel suo intervento, Vaniel Maestosi affronta qualche punto fondamentale, che ha rappresentato motivo di dibattito. Primo tra tutti la scelta di dedicare solo alle Cantine di Montefiascone il tradizionale Circuito “In Cantina con Defuk”, che se da una parte non è stata sicuramente facile, dall’altra ha gettato le fondamenta per una valorizzazione dell’Est! Est!! Est!!! più ad ampio raggio. L’evento della Presentazione del Consorzio di Tutela del Marchio Est! Est!! Est!!! è stato un punto di inizio in questo senso, perché in futuro la Fiera del Vino diventi una Fiera dei Vini del Consorzio.

La scelta della Rocca dei Papi, come sede degli eventi dedicati al vino, ha fatto in modo che all’interno dell’intera manifestazione il vino stesso fosse il fulcro principale e tutti gli eventi culturali un prezioso contorno. Ogni evento è stato collocato in una delle tre Arene, a seconda della sua natura, è stato presentato ed introdotto da uno degli organizzatori, è stato insomma “coccolato”, per dargli la giusta e dovuta dignità. Oltre l'80% degli eventi presentati nel cartellone della fiera del Vino, provengono da collaborazioni con Associazioni o realtà culturali di Montefiascone, così come ogni Pro Loco deve fare.

In una valutazione globale, non è sicuramente sbagliato dare un giudizio più che positivo di questa edizione, a cominciare dalla comunicazione del programma, iniziata un mese prima dell’inizio dell’evento, continuando con la riapertura dei negozi del Corso, nell’ottica di creare un’atmosfera calda e viva e che questa faccia da stimolo per la valorizzazione del nostro Centro Storico, all’assunzione dei ragazzi dei tre Staff – tecnico, cantine ed accoglienza – che hanno lavorato con passione, impegno ed hanno contribuito a dare alla Fiera un ulteriore tocco di professionalità, perché il Bando pubblicato dalla Pro Loco ha permesso di selezionare i ragazzi e collocarli a seconda delle loro competenze.

Una nota di merito va proprio ai ragazzi dello Staff, che hanno lavorato anche oltre gli orari pattuiti e questo ha dimostrato il loro attaccamento al territorio e la loro fiducia in questa organizzazione.

Se è vero che qualche inciampo logistico, se pur isolato, c’è stato, è importante però che questo non vada a sminuire quella che invece è stata l’idea: Il Defuk Day è stata una giornata nuova, interamente dedicata alla leggenda del nostro vino, in cui si è parlato del Corteo Storico, della sua evoluzione dal 1971 ad oggi, della storia/leggenda che accompagna questa manifestazione, è stata completamente rinnovata e riscritta la caratteristica rappresentazione della morte di Defuk, è stata messa in piedi una sfilata narrata, che attraverso aneddoti e note storiche ha spiegato ogni costume ed ogni figurante. La logistica, pur essendo l’elemento di maggiore impatto in un evento, è ciò che si supera più facilmente se c’è alla base un’idea forte.

Il nome di Morgan per la serata di chiusura è stato scelto, ribadisce Vaniel Maestosi, per la sua risonanza nazionale. La sua fama non è dovuta solo alla sua partecipazione al programma X-Factor, ma è soprattutto frutto della sua straordinaria carriera musicale. Grazie alla partnership con il JazzUp di Viterbo è stato possibile un suo concerto ad un costo di 8000 Euro, in un panorama che offre concerti di quel calibro a costi che si aggirano attorno ai 20 mila. Una scelta fondamentale anche questa, ridistribuire quasi l’intero budget nelle Associazioni e nelle Aziende del Territorio più che per un unico evento, riuscendo comunque a offrire un concerto di chiusura importante. Un eventuale concerto dei Dear Jack, acclamato dalla popolazione montefiasconese, sarebbe costato alla Pro Loco circa 70 mila euro, ma la domanda è: è giusto spendere quasi l'intero budget di un evento che si incentra sul vino, per un concerto musicale, quando è possibile avere gli stessi musicisti ospiti per un incontro a costo zero? Un evento, sempre comunicato come incontro con i Dear Jack, ma in grado comunque di dare un'enorme cassa di risonanza mediatica per Montefiascone, soprattutto su internet e sui social network.

Ad occuparsi direttamente del vino e degli eventi ad esso dedicati, è stato il Segretario della Pro Loco Mauro Marinelli. “La mia esperienza come conduttore di questa sezione è iniziata precedentemente l’inizio della Fiera del Vino, con la mia partecipazione alla Conferenza Stampa sulle Feste del Vino della Tuscia, tenuta dalla Camera di Commercio di Viterbo. Già da lì è stata visibile la differenza, in termini di durata e di programma della nostra manifestazione, organizzata con pragmatismo e rigore quasi scientifico”.

Le degustazioni guidate, condotte dallo stesso Mauro Marinelli, insieme a Carlo Zucchetti ed ai produttori delle 5 Cantine di Montefiascone, sono state il primo e più importante passo per riportare l’Est! Est!! Est!!! al centro dell’intera manifestazione: nelle 5 serate i produttori hanno illustrato i loro vini, e soprattutto raccontato le loro Aziende. Il Villaggio Enoico, ideato da Carlo, Zucchetti è stato un’ulteriore novità, un elemento “accattivante” in una location magnifica e unica, in cui i vini delle prime 5 D.O.C. d’Italia potevano essere degustati accompagnati dai Sommelier. Il “Gran Finale” è stata poi la Conferenza di Presentazione del Consorzio di Tutela del Marchio Est! Est!! Est!!! di cui la Pro Loco non ha meriti gestionali, ma ha sicuramente saputo carpirne la fondamentale importanza, in un’ottica di sviluppo del settore enologico del paese.

L’ultimo intervento, prima di passare alla parte più strettamente economica, è stato quello del Vicepresidente Manuel Pezzato, in merito alla proposta da parte dei cittadini di Montefiascone di affidare l’organizzazione e la gestione della Fiera del Vino ai ragazzi dell’Associazione Libera Voce, presieduta proprio da Manuel Pezzato, in virtù del sempre crescente successo della giovane manifestazione “A Tuscia Birra” da loro ideata ed organizzata. “Come Gruppo, abbiamo sempre preferito non dare adito o rispondere a polemiche e provocazioni. Questa opinione che la gente ha di noi ci rende onore, ma pensiamo che la Fiera del Vino sia un evento di tutti. Inoltre, all’interno della Pro Loco, ognuno di noi rappresenta ciò che fa o ha fatto per Montefiascone, io rappresento il successo di A Tuscia Birra, come Vaniel quello di Est Film Festival e mettiamo a disposizione le nostre competenze e le nostre idee, in un’ottica di collaborazione per costruire insieme un’estate ricca di eventi. In particolare vorrei ribadire lo stretto contatto che ha l’Associazione Libera Voce con la Pro Loco e con la Fiera del Vino, con cui è strettamente legata e di cui è anzi protagonista, basti pensare che molti ragazzi appartenenti al nostro gruppo hanno fatto parte dello Staff.”

Venendo invece alle note tecniche, l’illustrazione del bilancio la dà il Tesoriere Lodovico Mocini, che ha analizzato le voci di entrata e di uscita, per un budget totale di 156.480 Euro di fondi reperiti.

Il Comune di Montefiascone ha elargito un contributo di 90.000 Euro, più il contributo di 30.000 Euro riversato interamente nella Fiera del Vino versato dalla Banca Cattolica Gruppo Creval, Banca Tesoriera del Comune. Il resto è stato ricavato dagli altri paetner e sponsor (Banca di Credito Cooperativo, Banca di Viterbo, Fondazione CariVit e Banca CariVit), dal ricavato del tesseramento e del Circuito In Cantina con Defuk. Tutte le voci di spesa, escluse quelle degli oneri fiscali e spese SIAE sono state versate in favore della collettività: nei contributi alle Associazioni, nei compensi per i 52 ragazzi dello Staff (400 Euro lordi a persona), nelle collaborazioni con le Aziende di Montefiascone (fotografi, operatori video, service audio video, sicurezza, allestimenti, stampa), nei compensi per i concerti musicali e culturali, per un totale di 162.821 Euro. La piccola differenza di circa 7000 Euro, sarà sanata direttamente dalla Pro Loco con i ricavati del Tesseramento annuale, e con i ricavati delle attività future. Inoltre, continua il Tesoriere Lodovico Mocini, da ottobre in poi inizierà una nuova attività di progettazione e di reperimento fondi per la prossima edizione nell’ottica di far crescere la voce di entrata ed avere la possibilità di offrire una Fiera del Vino sempre più ricca di eventi.

La pubblicazione del bilancio ufficiale, consultabile a breve sul sito www.prolocomontefiascone.it, rappresenta non solo un mero elenco di entrate ed uscite ma è molto di più. È una base concreta di lavoro, una forma di “lascito ai posteri” e a chiunque si cimenterà nell'organizzazione della Fiera, perché con dati concreti alla mano si possa lavorare al meglio, partendo finalmente da un parametro preciso.

Ringraziando il Sindaco, tutta l’Amministrazione Comunale che ha creduto in questo progetto, come tutti gli Sponsor ed i Partners, tutte le Associazioni ed i privati cittadini che hanno contribuito alla realizzazione di ogni evento, gli abitanti del centro storico, che pur subendo molti disagi hanno partecipato e elogiato questa Fiera, la Pro Loco di Montefiascone dà appuntamento a tutti al prossimo evento.

Sul sito www.fieradelvinomontefiascone.it è consultabile l’intera galleria fotografica della Fiera del Vino, a breve arricchita anche di una preziosa galleria Video.

Meteo Montefiascone
da Facebook

FIERA DEL VINO 2015 from Pro Loco Montefiascone on Vimeo.

Tesseramento 2016
Home | Pro Loco | Fiera del Vino | Notizie | Montefiascone | Info e Contatti
ASSOCIAZIONE PRO LOCO MONTEFIASCONE - Via Golfarelli 18 - 01027 Montefiascone (VT) - Codice Fiscale: 90096660569 - Partita Iva: 02017980562